Tag Results

6 novembre - 9 dicembre 2017

Prossimo al via il programma studi internazionale Rethinking Food Security: People, Agriculture and Politics – Fall 2017

Fervono gli ultimi preparativi per accogliere la nuova delegazione di studenti partecipanti alla sessione autunnale del programma studi dedicato alla sicurezza alimentare “Rethinking Food Security: People, Agriculture and Politics”, promosso dal World Learning attraverso il SIT Study Abroad e coordinato a livello nazionale dalla Conservatoria delle Cucine Mediterranee (CCM) di Torino.

Molte le novità per l’autunno 2017. Dopo la prima tappa di Roma,per incontrare FAO, IFAD, Bioversity e la cooperativa Agricoltura Nuova, realizzata in partenariato con Terra Nuova ONLUS, il gruppo arriverà a Torino il 12 novembre.
Per circa un mese, oltre alla consolidata collaborazione con alcune realtà strategiche presenti sul territorio e fortemente correlate al contesto generale, come la Città Metropolitana, quella di Torino, l’UNITO e l’UNISG di Pollenzo, la CIA, l’AGIA, il CAAT, Slow Food ed altri significativi esponenti come The Gate, GasTorino, LMSC, Sentinelle dei Rifiuti insieme ad aziende locali come Agrocompany, AgricooPecetto, la cooperativa Il Frutto Permesso, ed altre riconosciute a livello internazionale come la Lavazza s.p.a, che affiancheranno la didattica definita e condotta con specifiche docenze, il programma, per questa nuova sessione Fall 2017, segnala il coinvolgimento di alcune nuove realtà territoriali quali, Scuola Malva, Cooperativa Valdibella, Domori, Cascina Fontanacervo, Società Agricola San Luigi, e altre a specifica vocazione sociale come S-NODI e il Progetto Fa Bene che affiancheranno l’intervento di autorevoli figure istituzionali che agiscono in favore di una maggiore sicurezza alimentare a livello europeo ed internazionale. Quest’anno, attraverso il Programma RFS, la Conservatoria delle Cucine Mediterranee, ospiterà, a Torino, Guy Van den Eede, Head of Unit “Knowledge for Health and Consumer Safety” dell’European Commission Joint Research Centre (JRC) Directorate F – Health, Consumers & Reference Materials e il Prof. Gregory Smith dell’UCEAP di Roma.

Come sempre, al fine di assicurare una completa adesione alla realtà culturale del paese visitato, gli studenti del programma, ad eccezione della sola sessione di retreat presso l’agriturismo La Siìa nelll’area pedemontana piemontese, verranno ospitati in famiglia per tutta la durata del soggiorno.

GEM 2017 “Incontri in Barriera” | 25 MAGGIO 2017 h19 | Tradizione e sperimentazione in Cucina

GEM 2017 “Incontri in Barriera”

giovedì 25 MAGGIO 2017 ore 19.00

Tradizione e sperimentazione in Cucina tra innovazione tecnologica sostenibile 

Museo Ettore Fico – Via Cigna 114, Torino

Per l’ultimo dei quattro appuntamenti di GEM 2017 – Incontri in Barriera lo chef Enrico Bricarello ha ideato una proposta degna di una chiusura in grande stile:Timballo ai due risi di Cascina Oschiena e vellutata allo zafferano Filo Rosso con ossobuco Allio in cottura lenta, side di midollo e gremolata cremosa”

Ospiti della serata Paolo e Micaela Corda di Villafranca d’Asti con la linea di prodotti “Il Filo Rosso”, che racconteranno della loro coraggiosa scelta di cambiare vita, e lasciare i rispettivi lavori di architetto e direttore di banca per costruire la loro azienda, e reintrodurre la coltivazione dello zafferano in Piemonte, presente in quelle terre sin dal XV secolo.

Incontreremo anche i giovani fratelli Allio della Società Agricola San Luigi di Paesana, piccola azienda di allevamento di bovini e suini a conduzione familiare, fondata all’inizio degli anni ’90 da papà Maurizio e sapientemente sviluppata negli anni dai figli con l’aiuto dei nonni, grazie anche all’apertura di una macelleria situata in centro paese.
L’azienda, fondata sul concetto di “filiera corta”, permette di ridurre al minimo i passaggi produttivi e le intermediazioni commerciali, creando, così, un vero contatto diretto tra produttore e consumatore.

Infine avremo modo di fare la conoscenza di Alice Cerutti della Cascina Oschiena, giovane risicoltrice, che racconterà la sua esperienza e la determinazione atta a garantire integre e qualitativamente elevate le proprietà di questo cereale, nel pieno rispetto della tradizione con particolare attenzione ad un’agricoltura sostenibile.
Alice racconterà, inoltre, dell’impegno rivolto alla salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, oltre alle mirate azioni per ricreare habitat naturali per le specie animali e vegetali autoctone, in particolare per la protezione della Pittima Reale, raro uccello che nidifica sulle sue proprietà.

Una serata dedicata all’insegna della tradizione e dell’innovazione in cui avremo modo di sentir parlare di nuove tecnologie, del rispetto e della cura dell’ambiente e dell’attenzione ai cambiamenti.

Presenti, inoltre, come sempre, i prodotti de “La Fattoria dell’Aglio” di Caraglio e i vini e le birre dell’Azienda Agricola Castagnero di Agliano Terme.

 INFO

Degustazione € 15 a persona (a serata) comprensivo della degustazione dei prodotti presentati nel corso della serata, più il piatto elaborato appositamente per l’occasione con ricetta esclusiva dello chef Enrico Bricarello e un calice di vino o di birra, ascelta.

Numero di posti limitato  - Prenotazione obbligatoria a conservatoriagem2017@gmail.com 

Visita libera al Museo Ettore Fico € 5 a persona (gratuito per i possessori dell’Abbonamento Torino Musei) dalle ore 18.00 alle ore 19.00

un progetto a cura di Conservatoria delle Cucine Mediterranee in collaborazione con MEF – Museo Ettore Fico Attività inserita all’interno del Progetto GEM 4: Giovani Eccellenze – Dialoghi in Barriera, realizzato con il sostegno di Fondazione CRT

GEM 2017 “Incontri in Barriera” | 18 MAGGIO 2017 h19 | La Frontiera del Gusto e i sapori di Confine

GEM 2017 “Incontri in Barriera”

giovedì 18 MAGGIO 2017 ore 19.00

La frontiera del Gusto: pecora sambucana, caprini a latte crudo e birre artigianali

Museo Ettore Fico – Via Cigna 114, Torino

Pecora sambucana marinata in birra nera Edfil e cotta in rosa. Side di caprino Cascina Aris montato su patate bio e crema di aglio affumicato. Ecco il piatto ideato dallo chef Enrico Bricarello per il 3^ appuntamento dedicato all’arte con gusto del progetto GEM 2017 – Incontri in Barriera

Tra gli ospiti presenti, i ragazzi del Covo della Pecora con il Piccolo Salumificio Montano di Pontebernardo in Valle Stura, laboratorio di montagna di lavorazione carni, nato nel 2014 dalla volontà della Cooperativa Lou Barmaset, che si occupa della commercializzazione dell’ Agnello Sambucano, con lo scopo di valorizzarne la carne dei capi oltre l’anno di età; attrezzato con celle di stagionatura e strumentazioni tecniche, permette la lavorazione a partire dalla bestia intera, per la preparazione di salumi ed insaccati, pronti a cuocere e carni destinate alla somministrazione nell’attiguo ristorante, l’Osteria la Pecora Nera la cui specialità è L’Agnello Sambucano, che si può degustare in diverse preparazioni, dall’antipasto al secondo.

Avremo con noi anche Raffaele Denk della Cascina Aris di Monale in Provincia di Asti, azienda agricola a conduzione familiare, specializzata nell’ allevamento della capra razza Camosciata delle Alpi con tipologie produttive che variano dal caprino fresco spalmabile a quello stagionato, dal primo sale alle tome a media e lunga stagionatura. Raffaele ha viaggiato attraverso la Francia, frequentando corsi di aggiornamentp, per imparare le tecniche di caseificazione da applicare all’interno del  suo laboratorio la cui produzione è sempre ricerca e innovazione.

Infine, avremo l’onore di incontrare di persona il Birrificio Edfil dell’ Azienda agricola Castagnero di Agliano Terme, partner sponsor della Conservatoria, sempre presente  con birra e vino offerti durante tutti gli appuntamenti di degustazione. Per questo terzo appuntamento, la sua birra nera sarà uno degli ingredienti principe del piatto creato per l’ occasione.

Sarà possibile, quindi, approfondire la storia di questa azienda che, oltre a produrre vino in un luogo che ne è la “patria”, ha deciso, con grande passione, di dedicarsi anche alla produzione della birra.

Presenti, inoltre, come sempre, i prodotti de “La Fattoria dell’Aglio

A coronare la serata, l’incontro con l’architetto Alex Cepernich, che ha disegnato il Museo Ettore Fico e che ci parlerà delle trasformazioni che stanno avvenendo in Barriera di Milano.

INFO

Degustazione € 15 a persona (a serata) comprensivo della degustazione dei prodotti presentati nel corso della serata, più il piatto elaborato appositamente per l’occasione con ricetta esclusiva dello chef Enrico Bricarello e un calice di vino o di birra, ascelta.

Numero di posti limitato  - Prenotazione obbligatoria conservatoriagem2017@gmail.com 

Visita libera al Museo Ettore Fico € 5 a persona (gratuito per i possessori dell’Abbonamento Torino Musei) dalle ore 18.00 alle ore 19.00

un progetto a cura di Conservatoria delle Cucine Mediterranee in collaborazione con MEF – Museo Ettore Fico Attività inserita all’interno del Progetto GEM 4: Giovani Eccellenze – Dialoghi in Barriera, realizzato con il sostegno di Fondazione CRT

 

 CCM            Immagine                   logo_FCRT_RGB_pos

 

GEM 2017 “Incontri in Barriera” | 11 MAGGIO 2017 h19 | Il Piemonte incontra i sapori di Amatrice

GEM 2017 “Incontri in Barriera”

giovedì 11MAGGIO 2017 ore 19.00

Sapori veri: il Piemonte incontra i sapori di Amatrice

Museo Ettore Fico – Via Cigna 114, Torino

Secondo imperdibile  appuntamento di GEM: lo chef Bricarello ha ideato per l’ occasione questa ricetta Sauté di sedanini alla curcuma Antilia, crema di pecorino amatriciano e sfoglia di ricotta al forno, con spiedino di lumache di Savigliano su cipolle rosse caramellate e polvere di  di aglio di Caraglio”.

Eccezionali ospiti il Sig. Rinaldo d’Alessio, Presidente del Consorzio di tutela de “L’Amatriciano“, titolare dell’Azienda agricola La Mascionara, e il Sig. Antonio Di Marco, vicepresidente del Consorzio e titolare dell’allevamento più importante di Amatrice (1.200 pecore e oltre 100 vacche da latte, solo per citare alcuni numeri). L’eccellenza amatriciana a Torino, un consorzio di quattordici produttori che ha lo scopo di recuperare l’antica tradizione del pecorino, ingrediente fondamentale degli “spaghetti alla gricia” prima e degli “spaghetti all’amatriciana” poi, la cui area di produzione è il territorio dei Monti della Laga, con altitudini superiori e 600 metri. L’azienda Mascionara poi, dove confluiscono le singole produzioni del consorzio, riesce ad ottimizzare e valorizzare le qualità della filiera, con linee guida che rispecchiano perfettamente i requisiti delle aziende selezionate per il progetto, attraverso l’attenzione del territorio e il benessere degli animali, attenzione che si traduce in qualità e sicurezza del latte e delle carni, sia sul piano nutrizionale che su quello organolettico (garantiti dalla libertà di movimento in grandi spazi all’aperto per il bestiame, oltre all’alimentazione selezionata e totalmente naturale dettata del pascolo libero). Nonostante le evidenti difficoltà del post terremoto, difficoltà che permangono, i produttori e allevatori sono riusciti a fare “rete”, con la sinergia fra innovazione e tradizione: processi di lavorazione antichi e tradizionali vengono affiancati dalle più moderne e migliori tecnologie. Il risultato finale e un caseificio all’avanguardia dove maestri caseari provano soluzioni diverse con cura del particolare quasi maniacale, ed una zona produttiva relativa agli insaccati dove vengono ricercati minuziosamente gusti, sapori, spezie e stagionature, prodotti genuini con caratteristiche di profumo e sapore eccellenti.

Alla serata interverranno inoltre il Pastificio Antilia, nato nel 2013, a Busca, in provincia di Cuneo grazie alla passione di Marco Risso e al suo attento lavoro di selezione delle materie prime provenienti da agricolture biologiche: la sua pasta  ha ottenuto dal Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici la certificazione biologica e viene interamente prodotta con fonti energetiche rinnovabili. Potremo poi incontrare Sebastiano Giacosa  che racconterà del suo  allevamento di Lumache Italiane Helix Aspersa, di circa ventimila metri quadrati, iniziato nel 2012; esse vengono allevate a ciclo biologico completo, usando solamente alimenti vegetali freschi (insalata, cavolo, bietola, costine da taglio e girasoli giganti), di cui le lumache vanno ghiotte.

Presenti, inoltre, come sempre, i prodotti de “La Fattoria dell’Aglio” di Caraglio e i vini e le birre dell’Azienda Agricola Castagnero di Agliano Terme.

La serata sarà allietata da alcune letture in tema , a cura di Lucrezia Scalzotto.

INFO

Degustazione € 15 a persona (a serata) comprensivo della degustazione dei prodotti presentati nel corso della serata, più il piatto elaborato appositamente per l’occasione con ricetta esclusiva dello chef Enrico Bricarello e un calice di vino o di birra, ascelta.

Numero di posti limitato  - Prenotazione obbligatoria conservatoriagem2017@gmail.com 

Visita libera al Museo Ettore Fico € 5 a persona (gratuito per i possessori dell’Abbonamento Torino Musei) dalle ore 18.00 alle ore 19.00

 un progetto a cura di Conservatoria delle Cucine Mediterranee in collaborazione con MEF – Museo Ettore Fico Attività inserita all’interno del Progetto GEM 4: Giovani Eccellenze – Dialoghi in Barriera, realizzato con il sostegno di Fondazione CRT

 CCM            Immagine                   logo_FCRT_RGB_pos

GEM 2017 “Incontri in Barriera” | 4 MAGGIO 2017 ore 19.00 | Rise Up – Il risveglio del Gusto

GEM 2017 “Incontri in Barriera”

giovedì 4 MAGGIO 2017 ore 19.00

Rise up/ il risveglio del gusto

Museo Ettore Fico – Via Cigna 114, Torino

“Capocollo di suino dell’Az. Parva Domus “al cucchiaio”, riduzione al Grignolino, Crema di asparagi di Santena e calendula, misticanza ai germogli croccanti”

Questa la proposta dello chef istruttore Enrico Bricarello per la prima serata di GEM “Incontri in Barriera” progetto ideato dalla Conservatoria delle Cucine Mediterranee e finanziato dalla Fondazione CRT.

I produttori presenti in questa serata sono l’Azienda Agricola Parva Domus, l’Az. Agr. Bio Roberta Capanna e l’Ass. Produttori dell’Asparago di Santena. Saranno anche presenti i prodotti del “La Fattoria dell’Aglio” di Caraglio e i vini e le birre dell’Az. Agr. Castagnero di Agliano Terme che interverranno a tutte e quattro le serate.

Incontreremo Cristina e Davide di Parva Domus, provenienti da percorsi professionali differenti, che hanno fatto del benessere animale e della sostenibilità il cuore della loro filosofi: i loro maiali hanno la possibilità di muoversi liberamente, di essere protetti dal caldo o dal freddo e di avere libero accesso a cibo e acqua. Conosceremo i loro prodotti e il loro agriturismo… Poi converseremo con Roberta, signora delle erbe aromatiche ed officinali; nei suoi campi, in una magnifica conca tra le montagne, lei persegue la raccolta esclusivamente manuale dei fiori. Inoltre il suo moderno laboratorio, affacciato e quasi “sospeso sulla vallata sottostante le permette di trasformare il raccolto direttamente in azienda, garantendo così la piena tracciabilità della filiera. E per perseguire l’ obiettivo della ricetta “abbinare sensazioni di succulenza a sensazioni di freschezza” ci saranno i meravigliosi asparagi di Santena.

Ma la serata ci offrirà anche la possibilità di dialogare con Andrea Busto, direttore del Museo Ettore Fico che ci racconterà la sua scelta coraggiosa e innovativa di creare il MEF in un quartiere ritenuto “difficile” quale la Barriera di Milano, scelta che, peraltro, si è rivelata estremamente vincente.

Ancora una volta, quindi, l’innovazione, l’interesse per le nuove tecnologie, il rispetto e la cura dell’ ambiente e l’ attenzione ai cambiamenti saranno i protagonisti della serata.

INFO

Degustazione 15 a persona (a serata) comprensivo della degustazione dei prodotti presentati nel corso della serata, più il piatto elaborato appositamente per l’occasione con ricetta esclusiva dello chef Enrico Bricarello e un calice di vino o di birra, ascelta.

Numero di posti limitato  – Prenotazione obbligatoria conservatoriagem2017@gmail.com 

Visita libera al Museo Ettore Fico5 a persona (gratuito per i possessori dell’Abbonamento Torino Musei) dalle ore 18.00 alle ore 19.00

 un progetto a cura di Conservatoria delle Cucine Mediterranee in collaborazione con MEF – Museo Ettore Fico Attività inserita all’interno del Progetto GEM 4: Giovani Eccellenze – Dialoghi in Barriera, realizzato con il sostegno di Fondazione CRT

 CCM                                                     Immagine                                    logo_FCRT_RGB_pos

Conclusa con successo la porzione italiana della prima edizione dell’International Honors Program – Rethinking Food Security: People, Agriculture and Politics

Dopo l’analisi sistematica di Roma e la visita alle Agenzie Internazionali come FAO, IFAD e Bioversity, grazie alla collaborazione avviata con Terra Nuova ONLUS, la porzione di Torino dell’International Honors Program – Rethinking Food Security: People, Agriculture and Politics,promosso dal World Learning attraverso il SIT Study Abroad e coordinato a livello nazionale dalla Conservatoria delle Cucine Mediterranee (CCM) di Torino, è tornata a trattare il tema della sicurezza alimentare secondo un approccio di indagine più locale e territoriale che ha incluso l’esame dell’aspetto legato alla food safety, senza tralasciare le prospettive sociali, storiche, culturali e ambientali che regolano e valorizzano il patrimonio agroalimentare presente in Piemonte e, più in generale, in Italia.

Nel corso della prima settimana sono state analizzate in dettaglio le dinamiche dell’approvvigionamento e della distribuzione del cibo in tutte le sue forme, dai piccoli ai grandi mercati locali cittadini passando per il settore di commercializzazione all’ingrosso dei prodotti alimentari per arrivare alla GDO – Grande Distribuzione Organizzata attraverso l’excursus della comparsa ed evoluzione delle nuove forme di commercio al dettaglio espresse dai supermercati, all’ascesa delle attuali botteghe di eccellenza sino alle nuove forme di commercio sostenibile espresse dai GAS – Gruppi di Acquisto Solidale e GAC Gruppo di Acquisto Collettivo.

Di particolare interesse, le visite al mercato di Porta Palazzo in collaborazione con “Viaggi Solidali” e The Gate, quella a Fiorfood e al CAAT – Centro Agro Alimentare di Torino supportata dall’Agronomo Daniele Gotto e dagli approfondimenti del Direttore Massimo Busi, seguita dalla prima uscita sul territorio all’Agrocompany di Chieri, nelle colline torinesi, e ancora dagli incontri presso la City Hall per una prima presentazione delle azioni intraprese dal territorio e in particolare dalla Città di Torino in favore della sicurezza alimentare.

La seconda settimana è stata, invece, dedicata all’analisi delle politiche e della strategie adottate dalle Istituzioni territoriali in relazione alla tema portante del programma studio. Gli interventi dell’Assessore Ferrero della Regione Piemonte e di Elena Di Bella della Città Metropolitana hanno permesso di illustrare agli studenti gli scenari presenti ed attivi sul territorio in termini di sicurezza alimentare, inclusi i progetti in fase di attuazione, quali Nutrire Torino Metropolitana, e presentare le strategie europee ed i Programmi regionali che intervengono in favore dell’agricoltura come PAC – Politica Agricola Comunitaria e PRS – Programma di Sviluppo Rurale, assicurando agli studenti una migliore comprensione degli interventi attivati in conformità con le direttive europee. L’incontro è stato anche occasione per presentare i principali marchi di qualità, strumenti che tutelano e promuovono la biodiversità e il patrimonio agroalimenteare presenti sul territorio nazionale.

Approfondite e specifiche nozioni di Food Safety sono state invece affidate agli esperti del Laboratorio Chimico della Camera di Commercio della Città di Torino.

A coronare l’analisi delle tematiche di interesse, le visite alla Casa della Piemontese e all’ANABORAPI (Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese) di Carrù insieme all’incontro con un allevatore di zona, seguita dalla visita guidata alle Fattorie Osella di Caramagna Piemonte, dove personale altamente specializzato ha accompagnato gli studenti all’interno del caseificio permettendogli di seguire le linee di produzione ed osservare le celle di maturazione dei formaggi prodotti nella rinomata azienda locale.

 Il programma è proseguito con il completamento dei moduli didattici predisposti per tutto il periodo dai local faculty sui temi antropologici e ambientali, oltre all’intervento di un rappresentante del Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea (JRC: Joint Research Centre) che ha illustrato in dettaglio l’impegno dell’Unione Europea sul tema della sicurezza alimentare. Ulteriori approfondimenti sulla valorizzazione delle produzioni tipiche, sul sistema di distribuzione e stoccaggio dei prodotti agroalimentari e cerealicoli è stato possibile grazie alle visite all’Organizzazione di Produttori “Ortofruit Italia” di Saluzzo e alla sede di Vigone del CAPAC (Consorzio Agricolo Piemontese per Agroforniture e Cereali).

Straordinaria l’esperienza di “Peer Education” realizzatasi con il contributo degli studenti dell’Istituto Alberghiero Professionale Statale “Giuseppina Colombatto” grazie alla collaborazione della dirigente Claudia Torta e all’intervento di tutto il corpo insegnanti coinvolto.

 Il programma Studi non poteva non includere una visita didattica all’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo realizzata in associazione e con l’intervento di Slow Food di Bra.

Solo un contrattempo ha impedito la realizzazione di uno speciale modulo didattico dedicato all’argomento trasversale delle modalità di comunicazione del tema della sicurezza alimentare, anche alla luce e attraverso l’analisi dei nuovi strumenti di informazione ad accesso immediato, veicolati dai social network. La visita allo storico laboratorio del Cioccolato Peyrano e allo stabilimento della Lavazza di Grugliasco hanno completato il programma delle visite in azienda.

Un soggiorno in area rurale volto a permettere agli studenti la rielaborazione complessiva di tutti i contenuti analizzati nel corso dei 4 mesi del Programma strutturato attraverso il viaggio itinerante in 4 continenti, ha portato a conclusione,con la piena soddisfazione dei partecipanti, committenti ed organizzatori, la porzione italiana del primo Programma Studio Internazionale denominato: Rethinking Food Security: People, Agriculture and Politics.

“Porta Palazzo come ti vorrei” – Domenica 14 giugno – 11.00 | 24.00

Conservatoria delle Cucine Mediterranee​ segnala l’evento:

Porta Palazzo come ti vorrei
Domenica 14 giugno – dalle 11 alle 24
Piazza della Repubblica e luoghi limitrofi di Porta Palazzo

LABORATORI – SPETTACOLI – WORKSHOP – MOSTRE FOTOGRAFICHE – PASSEGGIATE INTERCULTURALI – DEGUSTAZIONI – PROIEZIONI – CENA PARTECIPATA

Avere la possibilità di disegnare un sogno su un enorme foglio bianco, un sogno che riguardi il proprio quartiere. E’ quello che hanno fatto le Associazioni attive a Porta Palazzo per dare vita ad una giornata speciale che animerà la piazza e numerosi altri angoli del quartiere Domenica 14 giugno. A partire dalle 11 del mattino e fino a tarda sera, Piazza della Repubblica e altri luoghi di Porta Palazzo daranno corpo ai sogni che i suoi abitanti più attivi hanno deciso di condividere e mettere a disposizione di tutta la popolazione della città.
Si inizierà, dalle 11 alle 13,30, con l’inaugurazione del progetto “St’ orto – una terra per crescere” a cura dell’Associazione Fuori di Palazzo, con diversi momenti dedicati a grandi e piccini.
Il pomeriggio, dalle 15 alle 19, la festa si sposterà in Piazza della Repubblica. L’esedra est, tra i portici e via Milano,sarà animata dai laboratori per bambini e famiglie a cura dello Spazio ZeroSei e di Cantiere Barca. In contemporanea anche gli adulti potranno partecipare a un laboratorio di street foto a cura del Collettivo fotografico Diecicento, o visitare le due mostre, fotografica e di acquerelli, allestite dal Collettivo fotografico Diecicento e dagli artisti e abitanti di Luoghi Comuni Porta Palazzo Felipe Quintero e Paula Mendez.
Sempre alla stessa ora, Yepp Porta Palazzo permetterà ai partecipanti di mettere in pratica la loro attività sportiva cimentandosi in una lezione di Capoeira o in una partita di calcio a tre; L’Associazione Amece terrà invece un laboratorio di calligrafia araba e tatuaggi hennè.

La sede di Viaggi Solidali in Piazza della Repubblica sarà per l’occasione aperta delle 16,30 alle 24 e accoglierà la Mostra Fotografica “Tutto un altro viaggiare”. Alle 16,30 Viaggi Solidali organizzerà una passeggiata interculturale tra le associazioni del territorio, con partenza dala galleria Umberto I.
Infine, tra le 16 e le 19,30 Cohousing Numero Zero di Via Cottolengo 4 ospiterà la presentazione Progetto VicinidiCasa e del social network di quartiere a cura di Fuori di Palazzo e Coabitare. Sul terrazzo sarà invece possibile assistere a diverse proiezioni tutte dedicate alla vita e alla storia di Porta Palazzo, a cura di Yepp Porta Palazzo e Viaggi Solidali.

La giornata culminerà nella tettoia dei contadini con la cena partecipata del vicinato a cui faranno seguito video proiezioni musicate dal vivo: a cura di Associazione SalotTo Musica, Associazione Museo Nazionale del Cinema e Luoghi Comuni.

Tutte le attività sono gratuite. L’evento è realizzato con il patrocinio della Città di Torino, della Circoscrizione 7 e Circoscrizione 1.

PROGRAMMA

PORTA PALAZZO COME TI VORREI …
DOMENICA 14 GIUGNO 2015 DALLE 11 ALLE 24

11:00 Via Andreis 10, dietro San Pietro in Vincoli
INAUGURAZIONE PROGETTO ST’ ORTO – UNA TERRA PER CRESCERE -
Presentazione del progetto delle finalità, delle prospettive, a cura del presidente di Fuori di Palazzo
a seguire Tour guidato degli adulti da parte di volontari dello St’ Orto e visita per i bimbi con giochi all’aria aperta e laboratori manuali

12.00 SPETTACOLO DI ACROBAZIE A CURA DI NAFSI AFRICA
12.30 APERITIVO PER BIMBI
13.30 LETTURE PRE NANNA
A cura di Fori di Palazzo

15.00 – 19.30 Esedra compresa tra via Milano – portici di Piazza della Repubblica – perimetrale Piazza della Repubblica. Lato est. Spiazzo e portici.

- LABORATORI PER BAMBINI E FAMIGLIE: “I sogni nella cassetta”. Attività per bambini e famiglie a cura di Spazio Zerosei. A partire dal riuso delle cassette del mercato si coloreranno i sogni dei bambini e degli adulti. Colori e parole raccolte sulla piazza.
- WORKSHOP DI AUTOCOSTRUZIONE DI GIOCATTOLI: a cura di Cantiere Barca e dei coabitanti Luoghi Comuni
- MOSTRA FOTOGRAFICA: “Torino vuol dire” a cura del Collettivo fotografico Diecicento
- LABORATORIO FOTOGRAFICO STREET FOTO a cura del Collettivo fotografico Diecicento
- MOSTRA DISEGNI AD ACQUARELLO TORINO E PORTA PALAZZO a cura dei coabitanti di Luoghi Comuni Paula Mendez e Felipe Quintero.
- BICIRELLA: raccolta e promozione itinerante dei sogni, a cura di Yepp Porta Palazzo.

15.00 – 19.30 Esedra compresa tra via Milano – portici di Piazza della Repubblica – perimetrale Piazza della Repubblica. Lato ovest. Spiazzo e portici.

- CAPOEIRA: breve esibizione e lezione aperta al pubblico, a cura di Yepp Porta Palazzo.
- CALCIO A TRE:; un piccolo campo di calcio per “partitelle a tre” per fare giocare i partecipanti all’evento, a cura di Yepp Porta Palazzo.
- LABORATORIO DI CALLIGRAFIA ARABA E DI TATUAGGI HENNE’: a cura dell’Associazione Amece

16.30 – 24.00 Viaggi Solidali sede

MOSTRA fotografica “Tutto un altro viaggiare”

16,30 PASSEGGIATA INTERCULTURALE dalla Galleria Umberto I fino a Viaggi Solidali, tra Associazioni, Mercato e Antiquari di Porta Palazzo (spazio Zerosei, mercato, asian market, terrazza cohousing, moschea, viaggi solidali/luoghi comuni), a cura di Viaggi Solidali

16.00 – 19.30 Cohousing N° Zero – Via Cottolengo 4.

- PRESENTAZIONE Progetto VicinidiCasa - www.vicinidicasa.com - Progetto di Fuori di Palazzo e Coabitare, PRESENTAZIONE DEL SOCIAL NETWOK Di Quartiere, a cura di Fuori di Palazzo e Coabitare
- PROIEZIONI IN TERRAZZA
- “Il boia di Porta Pila”, di Valeria Zecchinato, 12′,29″ – storia del giornaliaio/writer di porta palazzo; Yepp
- “Recupero” di Indrit Metiku, 10′, 27″ – racconto del lavoro di recupero volontario e trasformazione del cibo scartato dal mercato di Porta Palazzo;Yepp
- “Corneliu e Paolino” di Emanuele Marini, 15′,16″ – la vita quotidiana e gli espedienti di due abitanti di Borgo Dora, venditori al balon;Yepp
- “Senza nome” di Emanuele Marchetto e Ruggero Alfano, 5′,23″ – Porta Palazzo di giorno e di notte, come cambia il mercato. Yepp
- cotrometraggio/documentario di Aldo Pavan: “Torino, guide migranti a Porta Palazzo”, 5 min; Viaggi Solidali

19.30 – 24.00 Tettoia dei contadini

19.30 PRESENTAZIONE Progetto VicinidiCasa - www.vicinidicasa.com - Progetto di FdP e coabitare, PRESENTAZIONE DEL SOCIAL NETWOK Di Quartiere, a cura di Fuori di Palazzo e Coabitare

18.30 – 21.00 ROTAZIONE DI VIDEO DI PRESENTAZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI E DEI PROGETTI COINVOLTI

19.30 CENA PARTECIPATA DEL VICINATO: momento conviviale a cura di tutti gli organizzatori in cui i partecipanti portano da mangiare e da bere qualcosa da condividere.

21.00 VIDEO PROIEZIONI MUSICATE DAL VIVO: a cura di Associazione SalotTo Musica, Associazione Museo Nazionale del Cinema e Luoghi Comuni Porta Palazzo

- “One Week” di Buster Keaton (1920, 22′)
- “Neighbours” di Buster Keaton (1920, 18′)
- “Domenica in città” di Gino Brignolo (1961, 10′)
- “Follow-up” di Valentina Noya (2015, 8′), interviene l’autrice.
- “Uomo della pietra” di Giacomo Ferrante (1992, 19′), interviene l’autore.

Programma realizzato in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema e Archivio Superottimisti.

Tutte le attività del programma sono gratuite.

Si ringraziano per il sostegno e la collaborazione: comitato progetto Porta Palazzo – The Gate Matteo Pericoli per l’illustrazione gli assessori Ilda Curti e Domenico Mangone
Iniziativa realizzata con il patrocinio della Città di Torino, della Circoscrizione 1 e della Circoscrizione 7

Info e contatti
info@luoghicomuni.org
www.luoghicomuni.org
Tel. + 39 011 0881180

PP come ti vorrei

Il video di Cinema al Mercato

La due giorni di Cinema al mercato dell’8 e 9 maggio 2014 riassunta in un bel video. Un progetto promosso da Conservatoria con Città di Torino e la collaborazione di Aiace Torino.

Cinema al Mercato e GEM-Giovani Eccellenze al Mercato, 2 giorni di eventi

Il mese di maggio sarà ricco di appuntamenti per Conservatoria, tutti all’insegna del gusto, ovviamente. E non solo: anche film, workshop e libri per la gastronomia abbraccia la cultura a 360°.

Giovedì 8 e venerdì 9 maggio infatti si svolgeranno a Porta Palazzo e con ingresso gratuito la II° edizione di Cinema al Mercato e gli eventi di chiusura del progetto GEM-Giovani Eccellenze al Mercato. L’unione dei progetti in un unico grande evento è importante per mettere l’accento sul fatto che i prodotti di eccellenza della nostra Regione (come quelli individuati da GEM), possono essere commercializzati al mercato e questo costituirebbe un duplice vantaggio: per i produttori che troverebbero un nuovo punto di distribuzione e per i mercati stessi che avrebbero un’offerta più ricca e di qualità.

Cinema al mercato, promossa dall’Assessorato al Commercio della Città di Torino e dalla Conservatoria in collaborazione con Aiace Torino è una manifestazione realizzata all’interno del progetto europeo CENTRAL MARKETS (sostenuto dal programma UE Central Europe 2007-2013), per la valorizzazione e promozione dei mercati tradizionali e dei loro prodotti. L’iniziativa è inserita nella Giornata internazionale dei mercati – celebrata con iniziative ad hoc da tutte le città capofila del progetto dei vari Paesi europei aderenti. La due-giorni torinese si ispira a un binomio d’eccellenza tutto subalpino che unisce sapientemente cinema e cibo di qualità.

Durante la serata dell’8 maggio, Conservatoria dà l’accento sul cibo da strada con le birre artigianali di Birrificio Torino, la gastronomia Yankuam & co. con i suoi panini espressi e i succhi di frutta autoprodotti e l’Apemangiando (della cooperativa Via Italia), una piccola Ape attrezzata per cucinare tempura di verdura servita in cartoccio e tortini, tutto bio. E per dessert, la Gelateria Popolare di via Borgo Dora avrà un banco con i suoi freschi gelati, alcuni dei quali preparati con la frutta del mercato. Tutti i piatti serviti sono preparati con i deliziosi prodotti del mercato di Porta Palazzo.

Dalle ore 21, proiezione a ingresso gratutito del documentario di Ferrando e Tealdi La Boqueria, sul mercato di Barcellona e Every Day Except Christmas, premiato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1957, inno al mercato ortofrutticolo di Covent Garden.

Il 9 maggio il focus è sulla conclusione del progetto Giovani Eccellenze al Mercato, progetto della Conservatoria finanziato dalla Fondazione CRT, che ha visto 8 produttori piemontesi di alta qualità incontrarsi durante una serie di showcooking. Alle 18 un workshop gratuito incentrato sul tema della commercializzazione e promozione delle eccellenze del territorio, come quelle di GEM appunto, anche nei mercati. Modera Enrico Bricarello, chef istruttore dell’Istituto Professionale Alberghiero di Torino, giornalista e membro dell’Associazione Stampa Agroalimentare. All’incontro sono stati invitati i maggiori Esponenti Istituzionali e le Associazioni di Categoria competenti e attivi nei settori della promozione, del commercio e della valorizzazione del territorio. L’occasione sarà propizia ad un aperto confronto su alcune tematiche cruciali, che andranno ad insistere su argomenti di comune interesse, quali: sostenibilità ambientale, attenzione al territorio e salvaguardia del paesaggio naturale, adozione di fonti energetiche alternative, dialogo e dinamismo progettuale per cogliere e trasmettere le opportunità di accesso a fondi nazionali ed europei a sostegno delle attività agricole, forza sinergica dell’associazionismo nella commercializzazione dei prodotti di eccellenza, importanza dell’integrazione settoriale per una più ampia valorizzazione territoriale.

Seguirà alle ore 20 la presentazione a ingresso libero, all’interno del Salone OFF-Salone Internazionale del Libro di Torino, dell’ebook Gemme del gusto. Giovani produttori piemontesi di eccellenza si confessano edito da Zandegù. 4 foodblogger hanno intervistato gli 8 produttori piemontesi selezionati da Conservatoria all’interno del progetto GEM. Interverranno le foodblogger Anna Buganè, Mariachiara Montera e Sandra Salerno e l’editore Marianna Martino.

Alle ore 20.30 Conservatoria organizza una degustazione gratuita offerta agli spettatori, realizzata con l’Associazione Cuochi di Torino.
La degustazione prevede:

  • Focaccia alle nocciole con lardo
  • Bicchierini di maionese all’olio di nocciole e alla crema d’aglio con verdure crude
  • Mousse di tomino con salsa rossa piemontese
  • Insalata di riso Venere e pesce bianco
  • Insalata di riso rosso e pollo
  • Agnello sambucano marinato alle verdure e riso Apollo
  • Torta salata di toma e porri
  • Torta primaverile di ricotta ed erbette
  • Crostini di mais con salampatata
  • Crema di zucca al pastis
  • Paninetti barbarià con coppa e insalatine
  • Insalata di robiola con pere e nocciole

 

Dalle ore 21, i film: La storia di Agnes Browne diretto e interpretato da Anjelica Huston e il corto croato Plac – The Market. Le proiezione, come quella dell’8 maggio, è a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Scarica il comunicato stampa della due giorni di eventi.

Scarica il programma della giornata del 9 maggio dedicata a GEM – Giovani Eccellenze al Mercato.

GEM_Workshop 9 maggio