Edizione 2006

cartoline_avanti-3La II edizione del Food Market Festival, manifestazione nata da un’idea della Conservatoria delle Cucine del Mediterraneo del Piemonte, promossa e sostenuta dalla Città di Torino e da The Gate, con la collaborazione di Agriteco, AIAB Piemonte, ANVA-Confesercenti, Città del Bio, Coldiretti Regionale del Piemonte e FIVA, si è svolta dal 21 al 23 aprile 2006 a Porta Palazzo.

Centinaia di bancarelle hanno offerto ai visitatori il meglio della produzione alimentare e dell’artigianato di tutta Europa. Un grande mercato ha invaso corso San Maurizio,  il quadrilatero Romano e Borgo Dora sino al Cortile del Maglio, con un’espozione di prodotti alimentari provenienti da tutta Europa, specialità regionali, cucina da strada e prodotti della montagna. Convegni, mostre, street band e world music, laboratori, degustazioni e molto altro, animeranno le giornate e serate torinesi partendo dalla rinnovata piazza della Repubblica. Per tre giorni  Torino diventa la “capitale” europea dei mercati.

La II edizione del Food Market Festival si è composta di 6 momenti principali che ruotavano intorno all’area di Porta Palazzo:

  1. Il mercato europeo: oltre un centinaio di banchi provenienti da tutta Europa, animati da operatori stranieri e da venditori italiani che presenteranno una vasta gamma di prodotti alimentari e artigianali contraddistinti dalla più accurata selezione qualitativa. Dai grill tedeschi alle crepes olandesi, dai biscotti della Gran Bretagna ai salumi di Savoia; grande importanza verrà infine data all’artigianato: dai copricapo finlandesi, alla più svariata produzione artistica agli elfi in miniatura svedesi, ai cristalli svarowskj alle porcellane di Manchester, all’abbigliamento da montagna francese e non solo…
  2. Le bancerelle di Res Tipica: il meglio della produzione alimentare italiana, una variegata offerta di prodotti alimentari, biologici e tipici, e artigianato regionale italiano, come tartufo nero fresco, culatello, funghi, erbazzone (torta salata a base di erbe e ricotta), olio di diverse regioni d’Italia, acciughe del Golfo ligure, vini, Castelmagno e Parmigiano Reggiano, Ragusano e caciocavallo, mozzarelle di bufala e fichi secchi mandorlati, soltanto per citarne alcuni.
  3. Le Province del Piemonte, i banchi della Coldiretti regionale del Piemonte hanno animato l’area del Quadrilatero Romano proponendo una selezione rappresentativa dell’offerta delle diverse province.
  4. Le specialità delle montagne italiane e mostra di pittura e scultura dei prodotti del Paniere.
  5. Congressi
  6. Musica folk e world music, laboratori per bambini e adulti, degustazioni guidate, video proiezioni, conferenze, incontri e presentazione di ricerche.

 

 

Gallery fotografica