7 giugno2

Martedì 7 giugno “Cosa Bolle in Pentola” presenta le aziende “AgricooPecetto” e “Mulino Marello”

Al via la nuova stagione diCosa Bolle in Pentola”, showcooking live a partecipazione gratuita organizzati dalla  Conservatoria delle Cucine Mediterranee.

Un’occasione unica e golosa per riscoprire il territorio piemontese e i prodotti di eccellenza dalla voce diretta dei protagonisti.

Il 7 giugno, Cosa Bolle in Pentola” inaugura il 1^ dei 4 appuntamenti in programma, dedicando la serata alla “Ciliegia di Pecetto” e ai prodotti Bio della cooperativa agricola “AgricooPecetto della collina torinese e alle farine “Gluten Free” del Mulino Marello di Camino (Al).

A partire dalle h 19.00, presso la storica sede dell’Associazione Cuochi, in Via Bogino 17 a Torino, sarà possibile conoscere in dettaglio, le caratteristiche uniche di alcuni prodotti di eccellenza del territorio piemontese dalla voce diretta dei protagonisti.

A raccontare le peculiarità di questi prodotti, Elena Comollo, legale rappresentante della cooperativa agricola multifunzionale che conta 20 aziende associate e Guido Marello, titolare dell’omonima Azienda Agricola e dell’annesso mulino.

Gli appuntamenti aprono con un classico di stagione: la pregiata ciliegia  di Pecetto, prodotto inserito nel Paniere dei prodotti tipici della provincia di Torino, ora Città Metropolitana.

Ad accompagnare i prodotti a km0 della cooperativa che si fregia del titolo di Maestro del Gusto, un ospite d’eccezione: il Mulino Marello, fornitore delle rinomate gelaterie Grom, con le sue farine tutte rigorosamente Gluten Free .

L’appuntamento sarà anche occasione per conoscere ed incontrare gli altri protagonisti che operano all’interno delle aziende ospiti: da Renato Comollo a Emanuele Penasso per AgricooPecetto, a Rosa Rizzo moglie di Guido per il Mulino Marello.

Le loro esperienze sapranno catturare la vostra attenzione: dall’utilizzo di un impianto, unico in Europa, che utilizza le onde di radiofrequenza per l’essiccatura delle granaglie coltivate nell’Az. Agr. Marello e poi trasformate nell’omonimo mulino a pietra, alla cooperativa multifunzionale di Pecetto che oltre a promuovere la sostenibilità ambientale e la biodiversità, opera attivamente anche negli ambiti della didattica e del sociale.

A condurre l’incontro, gli approfondimenti e le curiosità, sarà lo chef Istruttore Enrico Bricarello, mentre la dimostrazione della ricetta dal vivo, realizzata in presenza del pubblico partecipante, sarà curata dalla chef Andrea Pellegrini.

Al termine della dimostrazione, a tutti i partecipanti, verrà offerto un assaggio della ricetta elaborata.

Facoltativo, proseguire la serata con l’aperitivo a pagamento dell’Associazione Cuochi di Torino, che al prezzo simbolico di € 6,00 proporrà altre golosità a base dei prodotti ospiti della serata.

Il ciclo di appuntamenti di “Cosa Bolle in Pentola” si inserisce all’interno del progetto “Giovani Eccellenze in Rete” ideato e realizzato dalla Conservatoria delle Cucine Mediterranee con il sostegno della Fondazione CRT. Collabora l’Associazione Cuochi di Torino con i suoi spazi dedicati alla cucina, alla sapienza del cibo e alla tradizione.

Un progetto giunto alla terza edizione, nato per promuovere e valorizzare le interessanti realtà imprenditoriali nei settori produttivi e di trasformazione del territorio piemontese che hanno saputo distinguersi, alimentando un impegno nei riguardi della sostenibilità e tutela ambientale, senza trascurare il legame con le tradizioni e la cultura del territorio di appartenenza.

La partecipazione agli showcooking è gratuita.

Vista la capienza limitata occorre prenotarsi a conservatoria@cucinemediterranee.net

L’incontro avrà inizio alle ore 19.00 

Per maggiori informazioni: www.cucinemediterranee.net https://www.facebook.com/conservatoriacucinemed

  CCM LOGO ACT REG. rid

 

logo_FCRT_RGB_pos 

Scarica la locandina del 7 giugno  

Locandina 7 giugno - GEM3

 

Resta aggiornato sui prossimi appuntamenti con il QRcode dinamico

QR code Calendario per Cartolina_Multiverde

Tag:, , , , , , , , , , , ,

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *